L’istituzione del Registro Unico Nazionale del terzo settore

Nella lettura dell’atto costitutivo della MUTUA DeS balza subito all’occhio la dicitura “…è costituita una Società di Mutuo Soccorso denominata MUTUA DIRITTO E SALUTE – SOCIETA’ DI MUTUO SOCCORSO – ENTE DEL TERZO SETTORE – anche per brevità definita Mutua DeS. L’acronimo ETS potrà essere utilizzato solo dopo l’avvenuta iscrizione nel Registro Unico nazionale del Terzo Settore”.

Questo riferimento offre lo spunto per due riflessioni.

Anzitutto è opportuno prendere atto del ruolo sempre più rilevante e decisivo che viene svolto nel nostro Paese dal Terzo Settore – ovvero da quell’insieme di enti e organizzazioni che si pone uno scopo socialmente meritorio e opera in settori come quelli di salute, assistenza, formazione permanente, parità di genere, cultura, sport, cooperazione attraverso differenti modalità organizzative.

L’importanza di questo ruolo svolto dal Terzo settore non è ancora ben compreso e valutato appieno dall’opinione pubblica. Nel corso degli ultimi decenni è invece certamente cresciuto e rappresenta un collante ed un momento fondamentale per la coesione sociale.

Mutua DeS

In questo quadro la collocazione delle Società di Mutuo Soccorso diviene di primaria importanza, soprattutto in relazione alle attività di assistenza sanitaria; e la Mutua DeS nasce proprio per inserirsi in questo contesto ed agevolare il diritto di tutti all’accesso alla tutela della salute.

Il secondo aspetto riguarda la normativa che regola il settore, che solo negli ultimi anni è stata oggetto di un progetto di riforma serio ed organico.

In quest’ottica è da accogliere con generale soddisfazione l’istituzione e l’entrata in vigore del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

L’attivazione del RUNTS è scattata il 23 novembre 2021 (vedi comunicato pubblicato sulla G.U. n. 269 dell’11 novembre 2021). 

A partire da tale data, inizierà il trasferimento sul nuovo sistema informativo dei dati degli enti già iscritti ai preesistenti registri di settore. Quando tale processo sarà concluso, tutti potranno accedere al RUNTS e consultare atti e informazioni degli Enti del terzo settore iscritti: questi ultimi dovranno aggiornare le informazioni, depositare i bilanci, le modifiche statutarie e gli altri documenti previsti dalla legge.

Per quanto riguarda Mutua DeS occorre rilevare che le SMS con contributi superiori ad € 50.000 mantengono l’iscrizione nel Registro delle Imprese: sarà poi la Camera di Commercio a dover trasmettere i dati al RUNTS e quindi l’iscrizione risulta automatica.

L’auspicio è che questa iniziativa consenta una maggior trasparenza su tutti gli Operatori del Terzo Settore, rafforzandone importanza e sviluppo.

Save the date